Logo ARDAF

Pillola 6. Floricoltura e Vivaismo: uno stop forzato
Pubblicato Sabato 28 Marzo 2020 18:13

Nessuna cerimonia in questo periodo ! Battesimi, matrimoni, lauree e feste, in accordo con i decreti emergenziali, sono annullati ed il settore dei fiori recisi e delle piante ornamentali ne subisce in modo diretto e drammatico le conseguenze. Il settore florovivaistico, che realizza gran parte del suo fatturato nel periodo primaverile è completamente fermo!

Secondo alcune stime, forniteci dal presidente del Distretto vivaistico ornamentale di Pistoia, il settore floricolo subirà un calo di fatturato sino all’80% mentre quello vivaistico del 50%, numeri che evidenziano la dimensione straordinaria della crisi.

In Floricoltura poi il prodotto invenduto viene gettato via, non si recupera! Mentre per il Vivaismo la gran parte del fatturato è legato alle esportazioni e la chiusura di alcune frontiere ha annullato e rallentato le consegne mentre i trasportatori internazionali si rifiutano di venire in Italia per paura di vedersi bloccato l’automezzo.

Difficile immaginare il futuro di molte imprese florovivaistiche se non a fronte di un sostegno da parte dello stato.

Allegati:
Scarica questo file (Pillola 6.jpg)Pillola 6.jpg252 Kb