Pillola 9. I cibi di conforto
Pubblicato Mercoledì 08 Aprile 2020 07:47

Durante queste settimane di quarantena, navigando sui social e sulle chat capita spesso di imbatterci in immagini di succulenti piatti, pizze, torte e dolci vari. Cucinare a casa in famiglia risponde infatti ad un'esigenza di socialità e conforto. È l’effetto consolatorio che associamo al cibo, soprattutto al comfort food che essendo ad alto contenuto di zuccheri e grassi, provoca un maggiore rilascio di endorfine, antidepressivi naturali. Ne è un esempio il cioccolato, che contiene la fenilalanina, precursore della dopamina, il neurotrasmettitore del piacere e della ricompensa. I dati Nielsen della ultima settimana ci confermano che crescono nel paniere prodotti quali le creme spalmabili dolci (+72,5%), il miele (+67,9%), ma anche le merendine (+13,3%) ed i wafer (+9,3%).

La mancanza di attività fisica, tipica di queste giornate trascorse in casa, determina inoltre una riduzione della produzione di endorfine, con conseguente aumento della fame nervosa compensativa.

Si innesca cosi un circolo vizioso, determinando l’aumento del peso corporeo! Se quindi ci scopriamo tutti chef, più o meno stellati, ricordiamoci anche di fare un minimo di attività motoria.

Allegati:
Scarica questo file (Pillola 9_comfort_food.jpg)Pillola 9_comfort_food.jpg237 Kb