Il tarassaco, pianta depurativa
Pubblicato Domenica 19 Settembre 2010 20:51
Taraxacum officinale - Famiglia delle composite (Tarassaco, Dente di leone, Soffione, Pisacan, Cicoria selvaggia)
 
Comunissima nei prati, nei campi, negli incolti, lungo i bordi delle strade, tra le fessure dei marciapiedi. Diffusa dal piano al monte.
 
Foglie basali disposte a rosetta, glabre, bislunghe, roncinate-pennatosette, a lacinie triangolari alcune con apice a punta di freccia. Fiori gialli con gambo cavo, solitari, e i periferici porporini all’esterno; pappo bianco, a setole denticolate.   
 
La droga è rappresentata dalle radici e dalle foglie. Tutta la pianta viene usata anche a scopo alimentare.
  
 
Ricca di principi attivi (lattoni sesquiterpenici, triterpeni, vit. A, B, C, D, cumarine, carotenoidi, minerali (K, Ca), acidi fenolici) è colagoga, disintossicante, antistress, depurativa, lassativa, diuretica, previene l’ipertensione, ecc.