Il legno di Roma
Pubblicato Martedì 14 Settembre 2010 22:11

Dal 17 al 19 settembre prossimi si svolgerà a Villa Borghese, presso il Parco dei Daini, l’ottava edizione della mostra mercato floro-vivaistica “La Conserva della Neve”. Si tratta di una manifestazione culturale che permette di far conoscere al pubblico nuove forme di arte ed architettura del paesaggio e di dimostrare che il materiale di risulta delle potature ha un grande valore ecologico, tecnologico e culturale, quindi potenzialmente commerciale.

Nelle vie, nelle piazze, nei giardini pubblici e privati, nei grandi parchi di Roma vive un immenso patrimonio di alberi di tante specie. Alberi che debbono essere gestiti con potature e rinnovi, specie se possono creare pericoli. Quest’attività produce un’incredibile quantità di legname che purtroppo non viene valorizzata in quanto troppo spesso viene conferita in discarica. Il legno della città quindi non è un rifiuto, ma una risorsa.

Leggi tutto...
 
Villa d'Este di notte e Mostra "Flora romana"
Pubblicato Martedì 03 Agosto 2010 13:28

Leggi tutto...VILLA D'ESTE DI NOTTE

Anche quest'anno la Villa apre i battenti di notte, ogni venerdì e sabato, dal 2 luglio all’11 settembre 2010.
Orario di apertura: 20.30-00.00 (ultimo ingresso ore 23.00)
Sarà ammesso un contingente massimo di 2000 persone a sera, superato il quale non sarà più consentita l'entrata in Villa.
Biglietto intero (cumulativo e indivisibile, mostra + monumento): € 10,00.
Biglietto ridotto: € 6,75 (14-18 anni e over 65 anni, previa presentazione di un documento di identità)

La prenotazione non è obbligatoria, ma consigliata; il costo della prenotazione è di 1 euro a persona. (call center: 199.766.166). Inoltre, si può acquistare il biglietto su internet attraverso la BIGLIETTERIA ONLINE nel menù del  sito ufficiale: http://www.villadestetivoli.info/

 

 

 

Mostra: "Flora Romana. Fiori e cultura nell'arte di Mario de' Fiori"

 

Dal 27 maggio al 31 ottobre 2010, la suggestiva sede di Villa d'Este di Tivoli (Roma) ospita ''Flora Romana. Fiori e cultura nell'arte di Mario de' Fiori (1603-1673)'', una mostra dedicata all'arte meravigliosa di Mario Nuzzi, protagonista a lungo dimenticato del Barocco europeo.

Considerato il più grande e prolifico pittore naturalista e ''fiorante'' romano del Seicento, Mario de' Fiori è il protagonista della prima grande retrospettiva a lui interamente dedicata e curata da Francesco Solinas.

Oltre 60 le opere esposte che ripercorrono e studiano il gusto, le tecniche, lo stile pittorico e le illustri committenze dell'artista, molto conosciuto e apprezzato al suo tempo, le cui opere furono ricercate da re e regine, principi e cardinali di tutta Europa.

Oltre alle opere realizzate dal pittore romano, Villa d'Este ospita i lavori dei suoi allievi, degli antagonisti e dei seguaci, in modo da approfondire il contesto culturale e sociale nel quale si formò e visse Mario de' Fiori.

 

Una ricerca complessa, quella del pittore, che affonda le sue radici alla fine del Cinquecento, tra l'Italia e le Fiandre, nella rappresentazione devozionale ed allegorica dei fiori, plasmandosi poi nell'ambiente degli scienziati Lincei precursori della botanica moderna.

Da segnalare che dal 2 luglio all'11 settembre, in occasione delle aperture notturne della Villa che prevedono una fitta serie di concerti, tutti i venerdì e sabato sarà possibile visitare eccezionalmente la mostra dalle 20.30 alle 23.00.

 
2010: Anno internazionale della biodiversità
Pubblicato Lunedì 02 Agosto 2010 16:54

Leggi tutto...Benvenuti nell’Anno Internazionale della Biodiversità

Noi siamo parte integrante della natura, la nostra vita è strettamente legata alla biodiversità, all'enorme varietà di altri animali e di piante, ai luoghi in cui vivono ed al loro ambiente circostante, in tutto il mondo.

Ci basiamo su questa diversità della vita per ricavare cibo, carburante, medicine e altre cose essenziali, di cui, semplicemente, non possiamo fare a meno.

Eppure questa ricca diversità si sta perdendo a un tasso notevolmente accelerato a causa delle attività umane. Questo fenomeno impoverisce tutti noi e indebolisce la capacità dei sistemi viventi, da cui dipendiamo, per resistere alle minacce sempre più pressanti, come i cambiamenti climatici.
Le Nazioni Unite hanno proclamato il 2010 “Anno Internazionale della Biodiversità” e molte persone, in tutto il mondo, stanno lavorando per salvaguardare questo patrimonio naturale insostituibile e ridurre la perdita di biodiversità. Ciò è vitale per il benessere attuale e futuro dell'uomo. Dobbiamo fare di più. Ora è il momento di agire.

Leggi tutto...
 
Anno internazionale delle foreste, 2011
Pubblicato Lunedì 02 Agosto 2010 16:43

Leggi tutto...Anno internazionale delle Foreste, 2011

Risoluzione adottata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite
61/193. Anno internazionale delle Foreste, 2011


L'Assemblea Generale,

Ribadendo il suo impegno a favore della non giuridicamente vincolante autorevole Dichiarazione di principi per un consenso mondiale sulla gestione, la conservazione e lo sviluppo sostenibile di tutti i tipi di foreste e di Agenda 21, adottata in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sull'ambiente e lo sviluppo, la Dichiarazione del Millennio delle Nazioni Unite adottata al Vertice del millennio nel 2000, la Dichiarazione di Johannesburg sullo sviluppo sostenibile e il Piano di attuazione adottato al Vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile tenutosi a Johannesburg nel 2002,

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 Succ. > Fine >>